Ultime Notizie
Andrea Toscani impegnato in Cile al 1° Ironman 70.3 di Coquimbo. 3° posto di categoria e slot per il Mondiale 2018 in Sud Africa
Lunedì 23 Ottobre 2017
Mentre la stagione del triathlon in Europa sta volgendo al termine, nell'emisfero australe le gare proseguono senza sosta. Sabato scorso il nostro... Leggi tutto...
Benvenuto Sebastian! Congratulazioni a mamma Samanta e papà Salvatore
Domenica 22 Ottobre 2017
Con un paio di giorni di ritardo facciamo le nostre congratulazioni e i nostri migliori auguri a due pilastri del Triathlon Team Pordenone. Venerdì... Leggi tutto...
TriTeam Pezzutti a forza 8 al 16° Triathlon Città di Trieste. Gava e Vita al 1° posto di categoria
Martedì 17 Ottobre 2017
Domenica scorsa si è disputato il 16° Triathlon Città di Trieste, con le gare Sprint, Olimpico e a staffetta. Tra i 350 partecipanti, c'erano ben... Leggi tutto...
Valenti e Villa: primi allenamenti a Kona in vista del Mondiale Ironman
PDF Stampa E-mail
villageshot_1
Mancano pochi giorni all'atteso Mondiale Ironman di Kona e per i nostri due triatleti Alessandro Valenti ed Elisabetta Villa è tempo di allenamenti lungo i percorsi che affronteranno il 14 ottobre.
In queste foto il deserto lavico della mitica Queen Ka'ahumanu Highway. È qui che i due portacolori del TriTeam Pezzutti si troveranno a pedalare il giorno della gara. Quasi tutto il percorso è in territorio lavico e semi desertico ed è caratterizzato da numerosi e lunghissimi saliscendi, dove le pendenze solo vicino ai punti apicali raggiungono e superano il 5%.
22282090_10154878569886161_4960682004451457055_n
Il percorso in sè non è particolarmente difficile, ma il vento, onnipresente, metterà a dura prova i triatleti. Il vento è il leggendario Ho'omumuku, che ha origini termiche ed è generato dalla differenza di temperatura tra il mare e le imponenti alture vulcaniche circostanti. Al mattino presto si presenta debole o del tutto assente ma si fa via via piú forte con l'aumentare del soleggiamento.
22279430_10154878569941161_6735877025771367193_n
Quanto alla direzione questa cambia più volte durante il tragitto: al mattino soffia leggero dal mare ma, mano a mano che l’irraggiamento solare scalda la scurissima lava delle pendici vulcaniche, inverte di direzione e inizia a soffiare dai monti verso il mare. All'andata fino a circa il trentesimo miglio in direzione di Hawi soffia a favore; poi diventa contro-laterale e si fa via via sempre piú forte fino a toccare la massima forza durante la salita per Hawi. Questa è caratterizzata da diversi passaggi scavati tra le rocce: ebbene quando si entra al'interno di ciascuno di questi passaggi il vento (che è trasversale) rimbalza e cambia di colpo direzione catapultando, nei giorni di maggior impeto, le bici e gli atleti da una parte all'altra della strada. Stessa situazione all'uscita questi passaggi, quando il vento cambia di nuovo improvvisamente direzione.
1310_JDB_Kona_10436
Area Comunicazione Triathlon Team

By TRIATHLON TEAM – Associazione Sportiva Dilettantistica

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.